Uomo, macchina, trascendenza

Come Direttore di 78PAGINE mi prendo cura delle parole di persone che hanno qualcosa da dire.

Perché ci sono ancora persone che hanno qualcosa da dire, che hanno visione, che vogliono misurarsi per poter migliorare … anche in un modo che sembra spesso configurarsi come una mediocrazia.

Una di queste persone è Raffaele Ciardulli, che, in un articolo scritto per 78PAGINE, afferma “L’umanità non è porzionabile senza danno e si conquista per sottrazione”e parla di uomo e macchina.

Quando ci siamo incontrati con Daniele Nonnato e abbiamo parlato di questo forum le parole di Ciardulli continuavano a rimbalzarmi per la testa … l’umanità non è porzionabile senza danno e si conquista per sottrazione … e, in questo, mi riporto alla dicotomia uomo macchina, la contrapposizione tra uomo e macchina tipica del sentire comune.

Il sentire dell’uomo, per così dire comune, dice che le macchine ruberanno lavoro all’uomo. C’è una parte di umanità che ha questo tipo di paura e di questo si deve tenere conto.

Si può uscire dalla dicotomia pensando a una strada del cammino di mezzo. Una terza via in cui la macchina è a supporto dell’uomo e si ricorda che la macchina è creazione umana.

L’umanità non è porzionabile, scrive Ciardulli. L’uomo si prende come un tutto, con le sue fragilità, debolezze, imperfezioni, odio e gli elementi di perfezione, creatività e genio … questo è uno dei motivi per cui questo forum è stato organizzato qui … non solamente perché il luogo è bello e prestigioso ma per ricordare quello che l’uomo sa fare.

Gli affreschi che ci circondano mostrano la genialità umana e l’imperfezione. Perché anche l’affresco più bello, in quanto frutto dell’uomo, ha la bellezza dell’imperfezione.

La macchina è ciò che consente di aumentare le capacità umane, di rendere la vita più agevole in modo tale che l’uomo possa realizzare tutte le potenzialità della sua umanità, liberare spazi di pensiero che permettano di vedere quell’oltre su cui si basa questo forum.

L’intelligenza artificiale, l’intelligenza aumentata, la robotica sono tutti elementi a supporto dell’umanità e non rendono l’uomo più profittevole per addizione meccanica. Sicuramente non soddisfano il suo bisogno di trascendenza, che distingue l’uomo dal resto … e il bisogno di trascendenza, molto probabilmente, è ciò che rimane dopo aver operato l’ultima sottrazione.

L’uomo, attraverso le macchine, può diffondere e veicolare, ad esempio, “il bello e il ben fatto” a noi tanto caro e che è presente anche in questo forum.

Benvenuti, quindi, a Supply Chain Technology Forum 2018,  augurandosi che in questo forum ci sia una visione del futuro rispettosa del business e dell’umanità.

 

 

Il testo è lo speech introduttivo preparato per Supply Chain Technology Forum 2018. Ringrazio Daniele Nonnato, Amministratore Delegato di Multimac ed editore del forum, per l’opportunità.

 

 

 

 

No Comments

Leave a Comment

Please be polite. We appreciate that.
Your email address will not be published and required fields are marked