Alessandra MarconatoMi sono laureata in Filosofia presso l’Università degli Studi di Padova nel 2001 e mi occupo di formazione e di coaching in diversi contesti e realtà.
Dal 2016 sono Project Leader di GrowD – Business and Life Development.
GrowD nasce con lo scopo di supportare le persone in azienda e i professionisti, nella vita e nel lavoro, attraverso attività di sviluppo fortemente personalizzate e ideate in base ai reali fabbisogni dell’organizzazione e dell’individuo, utilizzando come strumenti principali il coaching, nelle sue varie declinazioni, e la formazione esperienziale.
La Filosofia, il disegno e la scrittura sono passioni costanti nella mia vita.

Sono autrice di alcuni articoli dedicati al coaching e pubblicati sul magazine CoachMag. 

Ho collaborato alla stesura dei testi pubblicati da Franco Angeli, “Small techniques, giochi d’aula e attività per l’apprendimento esperienziale”, “81 esercitazioni esperienziali per la sicurezza sul lavoro” e al saggio “Partecipazione di formazione tra teoria e modernità. Scritti del Circolo di Kurt Lewin 2016”.

Credo negli approcci formativi pratici e concreti: adoro ricercare strade nuove che possano condurre a esperienze e luoghi diversi e stimolanti da esplorare; considero i sentieri già battuti un’opportunità sempre valida per ricercare ciò che ancora celano…

Dicono di me che sono determinata, organizzata, perseverante.

Il blog nasce dalla mia “voglia di scrivere” e raccoglie il mio personale punto di vista su argomenti che ho trattato e tratto durante i miei corsi di formazione, i temi che mi presentono le persone che seguo durante i percorsi di coaching e ciò che, più in generale, mi raccontano le persone che incontro.

A febbraio 2017 ho pubblicato il libro “La foresta delle illusioni” con PersoneDiParola – Isola Editrice.

“La foresta delle illusioni” è una “fiaba per grandi” con luoghi fantastici, animali totem, visioni rivelatrici, Maestro, Mago e Taras … un percorso di crescita personale, alla ricerca di un’identità personale e sociale, attraverso cui tornare “a casa” con una prospettiva diversa e più ampia di se stessi, del mondo e degli altri …

Il libro contiene, oltre alla copertina, tredici miei disegni.